Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Logo IC18

Istituto Comprensivo n. 18

Via Galliera, 74 - 40100 - Bologna

Tel. +39 051.248407 - Fax +39 051.243588

E-mail boic87700q@istruzione.it 

PEC boic87700q@pec.istruzione.it

Logo MIUR

Dirigente scolastico

La Dirigenza Scolastica dell’Istituto Comprensivo 18 è situata nel centro storico di Bologna in via Galliera, 74.

Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo 18 è dal 1 settembre 2017  

la dr.ssa Rossella Fabbri.

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) è la Dott.ssa Calogera Greco.

 

 APPUNTAMENTI E COMUNICAZIONI CON LA DIRIGENTE

Le richieste di appuntamento devono essere inoltrate telefonando ai numeri ufficiali della scuola, cui risponde il personale addetto alla registrazione delle domande. In particolare:

  • presso gli Uffici di Direzione e Segreteria, via Galliera 74, tel. 051/248407, la Dirigente (oppure, in caso di esigenze di servizio, una delle Collaboratrici) riceve previo appuntamento e compatibilmente con le necessità del servizio.

 IL DIRIGENTE SCOLASTICO (legge 107/2015)

Il Dirigente scolastico, nel rispetto delle competenze degli organi collegiali, fermi restando i livelli unitari e nazionali di fruizione del diritto allo studio, garantisce un'efficace ed efficiente gestione delle risorse umane, finanziarie, tecnologiche e materiali, nonche' gli elementi comuni del sistema scolastico pubblico, assicurandone il buon andamento. A tale scopo, svolge compiti di direzione, gestione, organizzazione e coordinamento ed e' responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio secondo quanto previsto dall'articolo 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, nonche' della valorizzazione delle risorse umane.

Il Dirigente definisce gli indirizzi, per le attività della scuola e delle scelte di gestione e amministrazione, da seguire nell’elaborazione del PTOF. Indica gli indirizzi per l’organizzazione dell’attività didattica curricolare ed extracurricolare, per il potenziamento dell’offerta formativa, per le attività progettuali anche d’intesa con gli enti e le associazioni del territorio, per la formazione di tutto il personale docente e non.

ll Dirigente copre i posti dell’organico dell’autonomia, prioritariamente posti comuni e di sostegno,proponendo incarichi triennali  ai docenti di ruolo assegnati all’ambito territoriale di riferimento. La proposta di incarico ai docenti viene formulata in coerenza con il Piano triennale dell’offerta formativa e sulla base del curriculum, delle esperienze e delle competenze professionali e anche di un colloquio.

Il Dirigente scolastico ha il compito di valorizzare il merito dei docenti di ruolo tramite l’assegnazione di una somma di denaro, retribuita dall’apposito fondo. 

Il Dirigente scolastico ha  il compito di valutare, sentito il parere del comitato per la valutazione dei docenti, il personale docente in periodo di formazione e prova sulla base dell'istruttoria di un docente al quale sono affidate dal dirigente scolastico le funzioni di tutor.

Il Dirigente scolastico, di concerto con gli organi collegiali, può individuare percorsi formativi e iniziative diretti all'orientamento e a garantire un maggiore coinvolgimento degli studenti nonché la valorizzazione del merito scolastico e dei talenti. A tale fine, nel rispetto dell'autonomia delle scuole e di quanto previsto dal regolamento di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 1° febbraio 2001, n. 44, possono essere utilizzati anche finanziamenti esterni.

Il Dirigente presenta periodicamente al consiglio di istituto motivata relazione sulla direzione e il coordinamento dell'attività formativa, organizzativa e amministrativa al fine di garantire la più ampia informazione e un efficace raccordo per l'esercizio delle competenze degli organi della Istituzione scolastica.