Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Logo IC18

Istituto Comprensivo n. 18

Via Galliera, 74 - 40100 - Bologna

Tel. +39 051.248407 - Fax +39 051.243588

E-mail boic87700q@istruzione.it 

PEC boic87700q@pec.istruzione.it

Logo MIUR

Collegio dei docenti

Le istituzioni scolastiche intervengono in molte materie indicate nella legge 107/2015 e rinvenibili nei vari commi:

- effettuano la programmazione triennale dell’offerta formativa (comma 2) e le proprie scelte in merito agli insegnamenti e alle attività curricolari, extracurricolari, educative e organizzative e individuano il proprio fabbisogno di attrezzature e di infrastrutture materiali, nonché di posti dell’organico dell’autonomia (comma 6);

- individuano il fabbisogno di posti dell'organico dell'autonomia, in relazione all'offerta formativa che intendono realizzare, nel rispetto del monte orario degli insegnamenti e tenuto conto della quota di autonomia dei curricoli e degli spazi di flessibilità, nonché in riferimento a iniziative di potenziamento dell'offerta formativa e delle attività progettuali, per il raggiungimento degli obiettivi formativi (comma 7)

- predispongono il piano triennale dell'offerta formativa (comma 12) con la partecipazione di tutte le componenti dell’istituzione scolastica (comma 14); il piano è elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico. Il piano è approvato dal Consiglio d'Istituto.

- possono promuovere nei periodi di sospensione dell'attività didattica, insieme agli enti locali, anche in collaborazione con le famiglie interessate e con le realtà associative del territorio e del terzo settore, nell'ambito delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, attività educative, ricreative, culturali, artistiche e sportive da svolgere presso gli edifici scolastici (comma 22);

-promuovono, all’interno dei piani triennali dell’offerta formativa azioni coerenti con le finalità e i principi e gli strumenti previsti nel Piano nazionale per la scuola digitale di cui al comma 56 e i cui obiettivi da perseguire sono indicati nel comma 58.

 

 

Riferimenti normativi

Legge 107 del 2015 

Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297 -

 

Funzionamento dell’Istituto fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19

 

Si rende noto che, in attuazione delle più recenti disposizioni governative, questo Istituto, in virtù del necessario contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, ha organizzato la propria atti- vità con gli strumenti della flessibilità e la diffusione dello smart working (lavoro agile) quale ordinaria modalità lavorativa, come da specifico dispositivo normativo DPCM n. 18 17/03/2020.

A far data dal 26 marzo e fino alla cessazione dello stato di emergenza, il personale lavorerà esclusi- vamente in modalità lavoro agile, assicurando sia l’operatività didattica dell’Istituto sia l’operatività amministrativa.

Per contattare gli uffici si possono utilizzare gli indirizzi mail istituzionali:

boic87700q@pec.istruzione.it

boic87700q@istruzione.it segreteria@ic18bo.it

Ufficio personale (docenti scuola media, infanzia e personale ATA): doriana.chilla@ic18bo.it

Ufficio personale (docenti scuola primaria): rossella.defilippis@ic18bo.it
Ufficio alunni /didattica: ornella.furci@ic18bo.it
Ufficio Affari generali: claudio.raucci@ic18bo.it

Direttrice dei servizi amministrativi: calogera.greco@ic18bo.it
Dirigente scolastica: dirigente@ic18bo.it
Nelle mail bisogna indicare il numero di telefono per essere ricontattati.

Eventuali richieste urgenti di ricevimento dovranno essere limitate ai soli casi di attività indifferibili. L’accesso sarà concordato preventivamente su appuntamento, nel rispetto delle norme previste dai DPCM vigenti.